Saldi di primavera! Ottieni doppi vantaggi allo stesso prezzo!

Acquista ora!

Google ha apportato una modifica 17 o 18 agosto che ha portato a una completa riscrittura dei titoli. Sebbene fosse comune vedere Google apportare piccole modifiche al titolo, le riscritture complete del titolo non andavano bene la comunità SEO.

Esattamente dopo un mese, il 17 settembre 2021, Google ha ulteriormente perfezionato il suo sistema di titoli, in base al feedback della community.

Google riscrive il titolo

I titoli SERP sono importanti per comprendere il contesto principale del risultato della ricerca. Sebbene il singolo titolo fornito nell'HTML non sia sempre stato rilevante, storicamente Google è andato oltre l'elemento del titolo HTML e titoli di pagina generati da visualizzare nei risultati di ricerca, con l'intenzione di fornire risultati utili. A volte, i titoli venivano persino generati in base alla query di ricerca dell'utente.

Con il nuovo sistema introdotto ad agosto 2021, le riscritture basate su query di ricerca non avverranno più. Invece, Google mirava a utilizzare il testo visivamente disponibile sulla pagina, inclusi H1, altri tag di intestazione e altri contenuti visivamente grandi e prominenti.

Perché questo aggiornamento?

Google considera la possibilità di riscrivere i titoli, anziché utilizzare il titolo HTML fornito, poiché in molti casi i titoli rientrano in una delle categorie elencate di seguito:

  • Molto lungo: La lunghezza consigliata del titolo è di 60 caratteri con un limite di pixel di 580px. Quindi i titoli più lunghi del limite vengono generalmente troncati e potrebbero non fornire il contesto completo del risultato della ricerca.
  • Parole chiave ripiene: Sebbene sia un'idea sbagliata includere più parole chiave nel titolo per maggiori opportunità di posizionamento, è meno probabile che sia utile per i ricercatori.
  • Titoli della caldaia:  L'utilizzo di modelli e parole ripetute negli elementi del titolo ha semplificato il processo di pubblicazione. Ma ci sono casi in cui lo stesso titolo viene riutilizzato in numerose pagine senza contenuto unico.
  • Pagine non consentite: Quando disattivi accidentalmente le pagine utilizzando robots.txt e queste vengono indicizzate a causa di siti esterni che si collegano alla pagina. Poiché Google non ha accesso alla pagina, probabilmente utilizzerà anchor text come titoli.
  • Marchio: A volte l'uso di nomi di marchi nei titoli sembrerà ripetitivo e nuoce alla leggibilità. Quindi Google cercherebbe di posizionare meglio i nomi dei marchi per migliorare la leggibilità.

Oltre ai casi di cui sopra, Google potrebbe rilevare il testo alternativo sulla pagina che sembra essere più pertinente alla pagina e preferisce utilizzare il testo alternativo oltre il previsto. Se ritieni che il titolo fornito si adatti meglio al titolo alternativo, puoi farlo sapere a Google tramite il Cerca nella comunità di aiuto.

Cosa c'è dopo — Gestire questo aggiornamento

Quando l'aggiornamento è stato inizialmente implementato, Google utilizzava l'elemento title solo nell'80% dei casi. Sulla base del feedback della community, Google ora mostra il titolo in 87% dei casi e vede un risultato positivo dal lancio di questo aggiornamento.

In definitiva, l'aggiornamento è per una migliore esperienza degli utenti nei risultati di ricerca e i webmaster non devono preoccuparsi del suo impatto sul ranking. Anche Danny Sullivan di Google lo ha confermato: le riscritture del titolo sono solo una modifica del display (un cambiamento che si verifica dopo che le pagine sono state classificate).

Quindi il tuo titolo HTML mantiene ancora il suo valore SEO nella classifica, proprio come prima. E, se sei preoccupato che Google riscriva i tuoi titoli molto spesso, lo sottolineiamo scrivere titoli unici e più rilevanti che gli utenti preferiscono.

Rank Math Aggiornamenti Google

Vuoi vedere questi aggiornamenti nel tuo backend di WordPress?

Rank Math PRO offre un modo semplice per monitorare gli aggiornamenti di Google dal supporto di WordPress.

Acquista PRO

it_ITItaliano